Fino alla fine della rete, di R.V. Beta

Tipologia: Libro
Voto Onnigrafo Magazine: 5
Pagine: 1
featured

Voto Onnigrafo Magazine

5 / 10

Fino alla fine della rete, di R.V. Beta

Formato: Digitale (2042 KB)
Lingua: Italiano
Autore: R.V. Beta
Editore: Self-publishing

Maggiori info: http://www.rv-beta.com/
Immaginate di avere tra le mani una vecchia musicassetta e di sentirne, anche semplicemente osservandola, il cantastorie in essa imprigionato: logica vorrebbe che fosse il Lato A a cominciare a narrare le vicende dell’eroe e che il Lato B, invece, ne costituisse quel degno prosieguo capace di accompagnare l’ascoltatore verso l’inevitabile epilogo. Bene. Immaginate, ora, di trovarvi di fronte ad una dimensione temporale completamente priva di una qualsivoglia linea guida, prede di un oggetto in cui gli avvenimenti del Lato B si confondono, gettando scompiglio, con quelli del Lato A e viceversa. Figurate davanti ai vostri occhi tutto ciò e avrete, in men che non si dica, un quadro incredibilmente preciso di quello che di fatto accade tra le pagine di Fino alla fine della rete.

 

Un romanzo, quello di R.V. Beta, che vede protagonista dapprima Yuuki, una giovane ed intraprendente pirata informatica totalmente accecata dalla propria volontà di ribellione da non rendersi conto, se non quando sarà ormai troppo tardi, dell’entità dei pericoli che lei stessa contribuisce a creare, ed un giovane uomo dopo, Daisuke, un semplice programmatore di una multinazionale nauseato da una vita piatta, incapace di rispondere a nuovi stimoli, in cui, di fatto, il lavoro mal riesce a comunicare con quell’infelice socialità che attanaglia il suo animo. Vite che viaggiano apparentemente su binari destinati a non scontrarsi mai, esistenze, però, chiamate ad invertire la propria rotta per accogliere, l’una nell’altra, la speranza di un cambiamento che nasconde in fondo un preoccupante azzardo, materializzatosi nell’esatto momento in cui Daisuke decide, per un motivo quasi del tutto sconosciuto anche a se stesso e spinto da un desiderio insolito di altruismo, di rendere più agevole la fuga di Yuuki. Ma da cosa sta scappando veramente la ragazza? Quale sarà il vero ruolo di Daisuke nel pericoloso gioco di cui si è ritrovato inconsciamente parte integrante?

Testi e narrazione

Uno stile particolarmente semplice e ritmato, ma fin troppo frammentato accoglie il lettore in un mondo affascinante, dall’interessante costruzione e dalle originali rifiniture, che non riesce purtroppo ad imporsi mostrando, fin dalle prime pagine, lacune e debolezze destinate a non essere colmate nel corso della lettura. Caratterizzata da puntuali incongruenze, infatti, la narrazione non solo non risulta essere incisiva ed efficace, ma soprattutto non riesce a ritrovare tra i suoi elementi quell’idea di chiarezza e di armonia necessaria per rendere agevole e spensierata la lettura, che, contrariamente ad ogni aspettativa, diviene dopo qualche battuta caotica e nel suo complesso farraginosa. I continui salti temporali mai segnalati, inoltre, contribuiscono in larga misura a diffondere a tutto il romanzo, ed in particolare nella sua seconda parte, la sensazione di confusione che non abbandonerà mai la mente del lettore, spesso costretto a ritornare su alcuni passaggi per comprendere appieno il significato di quanto descritto.

Ridotte a qualche semplice riga, poi, le descrizioni delle diverse ambientazioni non rendono sicuramente giustizia all’idea che sta alla base del romanzo, di per sé dotata di un grande potenziale non sfruttato: del mondo virtuale, infatti, il lettore apprende con qualche difficoltà una quantità irrisoria di informazioni, non sufficienti per far ricreare davanti ai suoi occhi una Crystal City magica e nostalgica al contempo, salvata comunque dalle atmosfere che riescono in qualche modo a delinearsi. Scarno di colpi di scena, il romanzo riesce a farsi interessante proprio nel momento in cui questa realtà viene effettivamente portata all’attenzione del lettore e, nonostante non si dimostri in grado di mantenere le promesse, risulta essere l’elemento meglio riuscito del tutto, quello più appassionante e maggiormente abile a catturare l’attenzione di un pubblico ancora una volta speranzoso.

Personaggi e dinamiche

Discorso simile può essere fatto anche per i personaggi della storia ed in particolare in riferimento ai due protagonisti: Daisuke e Yuuki si scoprono fin da subito dotati di una personalità tutt’altro che ordinaria, sia in termini di caratteristiche positive che negative, e nel complesso spicca la loro caratterizzazione, precisa, con le giuste sfumature e coerente in ogni azione compiuta, peccato però che risulti molto difficile empatizzare con gli stessi: per tutta la durata del romanzo sentirsi parte integrante degli eventi è quasi impossibile, il lettore si limita a rimanere, pagina dopo pagina, uno spettatore inerme di fronte allo svolgersi del tutto, incapace di affezionarsi non solo ai personaggi principali, ma anche a quelli secondari, che hanno comunque la grande capacità di relazionarsi in totale armonia tra di essi e con l’ambiente circostante, in un unicum non scontato e sapientemente sviluppato. Portatori di tematiche assolutamente rilevanti, come il valore spesso sottovalutato dell’amicizia o dei legami affettivi, poi, manifestano una profondità più che gradita e per nulla marginale, capace di divenire a tutti gli effetti il vero motore dell’intero libro.

 

Conclusione

Nel complesso, quindi, Fino alla fine della rete si è rivelato un romanzo incapace di sostenere le aspettative che gravavano sulle sue pagine, mettendo in evidenza una certa immaturità nella narrazione e nella costruzione poco attenta degli ambienti, in parte salvata da una scrupolosa caratterizzazione dei personaggi, comunque non sufficiente per la promozione del libro.

 

Fino Alla Fine Della Rete

Voto Onnigrafo Magazine

5 / 10

Fino alla fine della rete, di R.V. Beta

Formato: Digitale (2042 KB)
Lingua: Italiano
Autore: R.V. Beta
Editore: Self-publishing

Maggiori info: http://www.rv-beta.com/

Chi scrive

Valentina Sanzi
Valentina Sanzi
Valentina Sanzi (Vale per la maggior parte delle persone) è un'appassionata lettrice fin da bambina. È iscritta alla facoltà di Giurisprudenza, ma il suo sogno nel cassetto, conosciuto ai più, è lavorare con e per i libri. Amante del fantasy e dei Thriller, negli ultimi anni sta riscoprendo un forte sentimento per la letteratura classica, quella russa in particolare, per i fumetti e per i manga. Datele un libro e qualche episodio di una
serie tv e la renderete immensamente felice.