Drax – La Rinascita Degli Haurrak, di Elvira Mastrangelo

Drax – La Rinascita Degli Haurrak, di Elvira Mastrangelo

Voto Libro

7 / 10
Formato: e-book
Lingua: Italiano
Autore: Elvira Mastrangelo
Editore: Inspired Digital Publishing (5 ottobre 2017)

Di creature leggendarie ne sono ormai piene le storie e fin da bambini ognuno di noi è stato abituato a sentirne lo spettrale canto in lontananza, con la quasi totale certezza che, una volta cresciuti, quella melodia, almeno per noi, si sarebbe pian piano affievolita fino a spegnersi del tutto. Per alcune di esse, però, il richiamo non è mai stato veramente silenzioso, intensificandosi, anzi, negli anni e divenendo un’unica, imponente nenia, capace di esercitare sulla nostra anima un fascino incredibilmente ammaliante. Magia, questa, che la maestosità solenne degli esseri alati per eccellenza ha sempre trovato nel mio spirito un alleato formidabile: chi in fondo non ha mai sognato di poter domare un drago, cavalcandone il dorso e diventandone il solo e unico cavaliere? Chi non si è mai ritrovato a fantasticare su quelle battaglie che vedevano in essi i soli, ineguagliabili re dei cieli? E con Drax – La rinascita degli Haurrak, il romanzo di Elvira Mastrangelo, la malia si è compiuta nuovamente.

Per la città umana di Als, assediata dal più temibile dei nemici, e i suoi abitanti, che si ritrovano a essere prede della magia più oscura mai esistita, sembrerebbe non esserci più scampo: coadiuvato da un numero ingente di guerrieri, colui che è conosciuto come lo Stregone ha, infatti, già fatto breccia nelle difese credute solide della cittadina, privando dell’ultimo respiro la maggior parte della popolazione, e nulla tranne fango e sangue parrebbe rimanere visibile agli occhi di Onak, soldato semplice dell’esercito designato come protettore delle mura di Als. O almeno così credeva fino a quando imponenti creature alate, scintillanti persino nel cielo oscuro della distruzione, non hanno tratto in salvo ciò che rimaneva. Giunto però a Dromos, terra in cui esseri umani e razze magiche convivono in un precario equilibrio, il giovane comincia a rendersi conto della realtà: a fronteggiare lo Stregone in una battaglia senza fine non sono semplici, valorosi cavalieri in sella ai propri draghi, ma veri e propri Haurrak, una stirpe perduta nel tempo desiderosa più che mai di tornare a risplendere. Ma fino a che punto è possibile sacrificare ogni cosa? La Grande Guerra si sta ormai profilando all’orizzonte, e forse per il mondo intero non esiste ancora salvezza.

Testi e Narrazione

Ricca, a tratti anche in maniera eccessiva, di dettagli, la narrazione di Elvira Mastrangelo si caratterizza essenzialmente per uno stile molto semplice e scorrevole, ma ugualmente capace di raffigurare immagini dotate di una forza persuasiva inimmaginabile. Complice proprio la minuziosa cura riservata alle descrizioni sia dei luoghi sia delle differenti anime, umane e non, che popolano il romanzo, infatti, Drax – La rinascita degli Haurrak fa della precisione il proprio segno distintivo: se, però, da una parte una simile dedizione rivela la particolare abilità dell’autrice di sfruttare a proprio vantaggio un immaginario fantastico degno dei migliori scrittori, dall’altra, soprattutto considerando la lunghezza non indifferente dell’opera, questo tende anche ad appesantire l’intero comparto narrativo, rendendo poco fluida la lettura e imbrigliando tra le stesse parole una dinamicità che, in fondo, alla storia e al suo sviluppo non sembra affatto mancare. Pur con la presenza di alcune imperfezioni e sviste grammaticali, porre rimedio alle quali sarebbe facile e immediato, il ritmo della narrazione riesce a sostenere un movimento altalenante: quasi come fossero sospinte dal vento, incostante per sua stessa natura, le frasi che si susseguono pagina dopo pagina riescono a delineare un quadro spesso fin troppo esaustivo della vicenda, non perdendo mai di fatto il focus sull’azione o su ciò che ne deriva, ma colorando troppo marcatamente quei confini che rischiano sovente di divenire soffocanti.

Personaggi e Dinamiche

Ugualmente caratterizzati fin nel più piccolo dettaglio, i personaggi che prendono vita dalla penna di Elvira Mastrangelo rappresentano senza alcun dubbio il punto più solido del romanzo: tutti dotati di un grande Io interiore, i diversi protagonisti mostrano una profonda evoluzione nel corso stesso della narrazione, dando opportunità alla propria storia di rivelarsi compiutamente, anche e soprattutto attraverso le immagini che l’autrice riesce a trasmettere al lettore, e di intrecciarsi con un’innata semplicità con le tematiche che vengono di volta in volta affrontate. In un unicum incredibilmente armonico in cui anche il contesto fantastico riesce a non permanere sullo sfondo, integrandosi indissolubilmente con ogni altro elemento, particolari sono le dinamiche che vi si ricreano e di conseguenza, sebbene non diretta, diversi sono gli argomenti che vengono trattati. Prima fra tutti spicca sicuramente la questione famigliare, nell’accezione più ampia del termine: in Drax – La rinascita degli Haurrak, infatti, la concezione di famiglia non comprende solo il classico legame tra padre, madre e figli, ma riesce ad andare oltre e a raffigurare, anche nel rapporto tra drago e cavaliere, qualcosa di unico, impossibile da ricreare altrove e da scalfire, dipingendo in entrambi i casi un ritratto saturo, e forse mai abbastanza, di emozioni e sensazioni capaci di insinuarsi sotto la pelle di uno spettatore estasiato di fronte a tanta magia. Affetto, questo, che viene esplicitato anche attraverso forti vincoli di Amore e Amicizia in grado di fornire il sostegno indispensabile, non senza qualche difficoltà, per la grande struttura narrativa che l’autrice ha creato, facendo interagire tra di esse le diverse razze che rendono, di fatto, il mondo del romanzo speciale, seppur nel suo piccolo. E così identità, ricerca di se stessi, complicità e sfide interiori si riaffacciano su un passato ancora completamente da svelare, al cospetto di un presente contro cui lottare e di un futuro incerto, pronto a sovvertire ogni tipo di certezza.

Conclusione

Nel complesso, dunque, Drax – La rinascita degli Haurrak si è dimostrato essere un romanzo conscio delle proprie qualità e capace, attraverso di esse, di affascinare sapientemente un pubblico forse non così vario come ci si sarebbe aspettati, ma, probabilmente anche per questo, più attento alla narrazione e alle piccole sottotrame che Elvira Mastrangelo è riuscita a costruire e che, pur non raggiungendo quell’idilliaca perfezione, hanno dato vita a un fantasy al quale vale davvero la pena riservare un po’ del proprio tempo.

Drax – La Rinascita Degli Haurrak, di Elvira Mastrangelo

Voto Onnigrafo Magazine

7 / 10
Formato: e-book
Lingua: Italiano
Autore: Elvira Mastrangelo
Editore: Inspired Digital Publishing (5 ottobre 2017)

Chi scrive

Valentina Sanzi
Valentina Sanzi
Valentina Sanzi (Vale per la maggior parte delle persone) è un'appassionata lettrice fin da bambina. È iscritta alla facoltà di Giurisprudenza, ma il suo sogno nel cassetto, conosciuto ai più, è lavorare con e per i libri. Amante del fantasy e dei Thriller, negli ultimi anni sta riscoprendo un forte sentimento per la letteratura classica, quella russa in particolare, per i fumetti e per i manga. Datele un libro e qualche episodio di una
serie tv e la renderete immensamente felice.
© 2018 Myth Press

I cookie che usiamo ci forniscono statistiche anonime che ci permettono di darvi la migliore esperienza di navigazione. Consulta la nostra informativa!